APPARECCHI ACUSTICI

Protesi acustiche: cosa sono e come funzionano

Si tratta di apparecchi elettronici o digitali, che presentano la capacità di catturare le onde dell'ambiente circostante, per trasformarle in segnali sonori riconoscibili dall'orecchio e, quindi, dal cervello umano.
Gli apparecchi acustici possono essere interni o esterni, e di regola, ogni 
protesi acustica possiede 3 elementi di base:
  • microfono
  • amplificatore
  • altoparlante.

Il microfono ha il compito di captare le onde elettriche dall'ambiente esterno, e trasformarle in un segnale elettrico tramite una membrana vibrante.
Il segnale elettrico viene poi amplificato e sarà inviato all'altoparlante, e da qui passerà all'orecchio.
La parte dell'apparecchio acustico più importante è quella che comunica direttamente all'orecchio interno e, quindi, la qualità dell'altoparlante è fondamentale - si tratta del componente più delicato.

Questo processo valido per tutte gli apparecchi uditivi, può variare con delle differenze fra le tecnologie usate per metterlo in atto.
I vecchi apparecchi analogici, sono stati affiancati nell'ultimo decennio da
apparecchi acustici digitali, i quali rendono il suono all'orecchio in modo più accurato e preciso, eliminando le fastidiose interferenze dei vecchi apparecchi acustici.

Presso i nostri centri New Mondial Udito a Sassari e Nuoro, troverete un'ampia serie di
apparecchi acustici digitali multimarca, con diverse tipologie di modelli, tra cui gli apparecchi intrameatali o interni endoauricolari, gli apparecchi acustici retroauricolari o esterno, e gli apparecchi acustici ad occhiale.

apparecchio acustico nuoro

APPARECCHIETTI INTERNI ENDOAURICOLARI

Si tratta di una soluzione per problemi acustici, ideata per essere posta completamente all’interno del condotto uditivo.

Questo tipo di protesi acustica è piccola ed invisibile dall’esterno.
Un apparecchio che risulta adatto a perdite uditive medie.
apparecchio acustico retroauricolare nuoro

APPARECCHIO ACUSTICO RETROAURICOLARE O ESTERNO

L’apparecchio acustico retroauricolare, detto anche BTE, rappresenta il modello più richiesto tra gli apparecchi acustici, dal 90% circa dei portatori di protesi acustiche.

Si tratta di una variante comoda e pratica, che rende i mini apparecchi acustici retroauricolari amati anche per il fatto che si nascondono facilmente, appena visibili sotto l’acconciatura.
Il più piccolo apparecchio acustico retroauricolare presenta dimensioni minime, circa la punta di un dito.

Alcuni modelli tecnologicamente sofisticati sono adatti anche per menomazioni gravi dell’udito. La capacità e la qualità delle funzioni di un apparecchio acustico retroauricolare aumentano in relazione alle dimensioni dell'apparecchio stesso (per problemi di udito più seri, spesso i micro apparecchi acustici retroauricolari non sono sufficienti, per la loro minore capacità di amplificazione rispetto alle versioni più grandi).
protesi acustica ad occhiale nuoro

APPARECCHI
ACUSTICI
AD OCCHIALE

La protesi acustica ad occhiale che presenta un'assenza di fili.
Nell'apparecchio acustico ad occhiale, il circuito è inserito all'interno delle stanghette dell'occhiale, le quali comunicano il segnale elettrico o all'osso mastoideo (nella protesi acustica a occhiale a conduzione ossea); oppure mediante un auricolare agganciato alla stanghetta (nella protesi acustica a occhiale a conduzione aerea).

Questo genere di apparecchi acustici sono utilizzati oggi anche per ipoacusie lievi o medie, anche se sono nati per correggere l'ipoacusia trasmissiva generatasi da un'otturazione del dotto auditivo (la maggior parte delle ipoacusie trasmissive nascono a seguito di un'otite media).
Affinché la protesi funzioni, è necessaria la buona salute del nervo acustico.

i nostri fornitori

Torna su